Alcune recensioni


A Bird Story

Se vi siete innamorati di " To the Moon " non potete perdervi " A Bird Story " la grafica e lo stile sono uguali , forse in To the moon la storia è un po più profonda per via dei dialoghi , mentre qua mancano proprio , ma non possiamo certo dire che Freebird Games non ci abbia regalato una storia commovente anche in questo capitolo . Non sono legate tra di loro , è una trama a sé anche se un po più leggera saprà emozionarvi , come non percepire la solitudine di questo bimbo che passa le sue giornate da solo , dai suoi genitori riceve solo dei biglietti in casa , trova conforto nell'amicizia di un volatile ferito a cui si affezionerà , simpatiche le scene quando giocano insieme al parco ,sapranno portarvi un po di allegria , non è una storia lunga potete giocarla tutta d'un fiato dura poche ore ,ma vi toccherà con la sua dolcezza e tenerezza, sempre ben accompagnata da una azzeccata colonna sonora suonata al piano ,molto rilassante .

 

Copyright © by Anna


Agatha Christie - The ABC Murders

Bellissima esperienza investigativa, tratta da un romanzo di Agatha Christie, del 1936 intitolata 

“La serie Infernale “ da essa è stata estrapolata una versione semplificata del racconto e cambiato il titolo in A B C Mourders appunto.

Vi calerete completamente nei panni del grande Hercule Poirot, e conoscerete la sua natura attenta 

ai dettagli, quasi maniacale, precisa. 

Saremo alle prese con un omicida che sceglie le sue vittime in ordine alfabetico, preannunciando anche dove avverranno i delitti con una lettera, in un costante dialogo tra l’investigatore e il killer 

che nelle sue missive istiga e sfida Poirot come fosse in un costante gioco cinico .

Oltre a investigare, dopo aver raccolto tutti gli indizi, verrete invitati a usare le vostre celluline grigie, per unire le varie deduzioni e rispondere alle domande del caso.

Vi segnalo un particolare del game che mi ha ricordato molto il classico The Room, vi troverete ad interagire con un oggetto tipo un orologio, un mobile, una scatola, dovete osservare attentamente per scovare piccoli marchingegni che vi permetteranno di dischiudere il segreto celato in esso.

La grafica non si avvicina al reale, ma più al genere cartonesco con colori vivaci, e ricca di dettagli, anche se ho notato un po' di rigidità nel protagonista che stona.

Una cosa positiva che ho trovato è l’immediatezza, passerete da una locazione all’altra subito senza fare grandi camminate, il vostro inventario è minimo per cui non avrete un sacco di oggetti da raccogliere o assemblare e non siete costretti a fare avanti e indietro tra le varie locazioni per 

cercare qualcosa che avete tralasciato, che può rendere il tutto un po' noioso, mentre qui la giocabilita' è scorrevole. 

Per concludere lo consiglio volentieri a chi è avvezzo con il genere Avventura, Punta e clicca, ma specialmente a chi ha amato da sempre il genere investigativo.

 

Copyright © by Anna


Alan Wake

Questo gioco ha una bella grafica , una trama avvincente ,colpi di scena , però devo dire che a volte mi fa venire un nervoso , perché in certi momenti sono troppe queste ombre che ti assaltano da tutte le parti e non riesci a cercare le pagine del manoscritto .

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © by Anna


Anna - Extended Edition

Mi rendo conto che l'idea di muoversi interamente solo in una segheria, può scoraggiare a scegliere Anna come gioco, ma in ogni caso vi assicuro che non mancherà di coinvolgervi nel profondo,perché è ben supportata da una storia profonda.Premetto che è composta da 2 versioni una corta dove gli enigmi sono semplici,ci sono colpi di scena di luci e colori vedrete le stanze cambiare sotto i vostri occhi,mentre la storia in sé è appena accennata avrete solo un'infarinatura di ciò che è accaduto. Mentre nella edizione estesa molto più lunga e complessa, abbiamo più enigmi, qui le nostre scelte, possono determinare la riuscita o no del gioco, uno sbaglio può precluderci il finale,per questo occorre salvare spesso e all'occorrenza ricaricare;ma solo in questa versione estesa capiremo bene l'intera vicenda, una storia sconvolgete, profonda,man mano che avanziamo rimaniamo invischiati nella trama, percependo tutto il dolore e la tristezza che trapela dai vari locali in questa segheria, dove si è consumata questa tragedia. Un'esperienza unica che non vi lascerà indifferenti per gli amanti del mistero, se siete troppo impressionabili meglio evitare, perché i colpi di scena non mancheranno di farvi saltare dalla sedia.

 

Copyright © by Anna


Bear with me

Una bella avventura, a episodi in stile cartoni, un poliziesco con dei bei toni noir, rigorosamente in bianco e nero con un piccolo tocco di colore rosso là dove occorre dare enfasi alla vicenda.

Personalmente mi è piaciuto molto questo primo episodio, perché pur essendo un genere investigativo e presenta un'atmosfera a volte lugubre, vediamo che però è intervallato da dialoghi a volte sarcastici a volte comici, e inoltre ho notato che non ci pone davanti scene agghiaccianti, ma nell'insieme tutto è addolcito .

Vediamo che la trama è semplicissima, narra la storia di una ragazzina Amber che in seguito alla scomparsa di suo fratello 

chiede aiuto a TED l'orso, un investigatore scontroso, e qui inizia la loro collaborazione per capire chi è questo misterioso "Rosso" che semina terrore in città .

Nel complesso il gioco è semplice gli enigmi sono logici e non difficili, un consiglio: cliccate su tutto, osservate tutto, salvate spesso e provate le varie opzioni di scelta, e sbloccherete diversi archievement L’unica cosa negativa ,è che avrei preferito questa avventura in un unico gioco, purtroppo alla fine del primo episodio si rimane con l’amaro in bocca nel senso che quando inizi a gustarlo è finito e devi aspettare il prossimo.

 

Copyright © by Anna


Beyond Eyes

Vi è mai capitato di essere contenti perché andate ad una festa di paese? Immaginate però che a causa dei fuochi d’artificio vi ritrovate in un letto senza più il dono della vista come vi sentireste ? Sicuramente cadremmo nello sconforto; questo è quello che è capitato alla nostra protagonista, Rae una dolce bimba di 10 anni, che amava giocare con i suoi amici, ma a causa di questo incidente si 

isola non esce più di casa, l’unica amicizia la trova in bel gattone rosso Nani, che le porta un po' di compagnia nelle belle giornate in giardino.

Ma un giorno purtroppo, Nani sparisce e lei decide allora di avventurarsi fuori dal suo amato giardino alla ricerca del suo amico perduto.

E’ un’esperienza unica interattiva, non c è trama, né ci sono enigmi, ma saremo circondati da un mondo bianco, una scelta secondo me non a caso, se fosse stato nero sarebbe stato opprimente,

sta a noi scoprire il mondo che ci circonda pian, piano usando gli altri sensi di Rae, facendoci guidare

dal suo udito, dal suo tatto e anche dai profumi in certi casi; dovete captare questi segnali che vi indicherà la direzione da seguire.

Molte volte Rae nella sua immaginazione pensa a qualcosa di totalmente diverso, come quando sente l’acqua di uno scarico scrosciare, e nella sua mente appare una fontana molto bella.

Come gioco è esplorativo richiede calma e pazienza, non aspettatevi di poter correre, cosa impossibile per una cieca, in ogni caso godetevi le locazioni meravigliose che si aprono davanti a voi

sembrano disegnati a mano, un’esplosione di colori, di alberi di ruscelli, di animali una ricostruzione dettagliata di meravigliosi giardini.

Nell ‘ insieme lo consiglio a tutti, perché come esperienza spinge sicuramente a riflettere e comprendere almeno in parte cosa può provare chi vive in una situazione simile.

 

Copyright © by Anna


Black Mirror

Come punta e clicca è interessante, fatto bene per essere un gioco che risale al 2005 ,una grafica in 2d ma con locazioni ben ricostruite,ad esempio il castello è prodigo di arredamento vario e impreziosito da bei quadri che potete anche ammirare da vicino cliccando sopra , notevole anche il giardino dove passegerete tra alberi, fiori e fontane.La trama è minimale all'inizio interpreterete l'ultimo discendente della famiglia Gordon, a voi il compito di scoprire la causa della morte di vostro padre. man mano scoprirete la verità tra misteri, intrighi e omicidi vari, l'epilogo sarà inaspettato,sta a voi scoprirlo giocando. Gli enigmi sono abbastanza semplici avrete a vostra disposizione tutto ciò che serve per svelarli: l'unica pecca che ho trovato in questa bella storia è il ritmo lento, in certi momenti farete avanti e indietro dalla stesse locazioni per parlare piu volte con le stesse persone, mentre in altri è più vivace grazie alle azioni da compiere, nel complesso lo consiglio, specialmente se intendete giocare il secondo e terzo capitolo della serie, per avere una visione completa della storia, e conoscere gli antefatti .

 

Copyright © by Anna


Black Mirror II

Rispetto al primo Black Mirror,nel secondo capitolo della saga, siamo molto più avanti , nel senso che la grafica è molto migliorata, le locazioni sono dettagliate, ricche di particolari e di oggetti, i personaggi sono più reali non più statici. Nonostante un finale nel capitolo precedente che dà poca speranza per un continuo, gli autori sono riusciti a creare una storia lunga , complessa , con un personaggio moderno, un giovane di nome Darren che vive una vita semplice, come aiutante di un fotografo, sinceramente fino a metà storia mi chiedevo come tutto questo poteva portarmi al castello di Black Mirror, vedrete in che modo arguto e sottile la sua vita si allaccerà con la famiglia Gordon. Molte sono le locazioni da visitare e incontrerete tanti personaggi, essenziali sono i dialoghi , avrete un sacco di oggetti da raccogliere e azioni da compiere, un consiglio: esaminate tutto, ma proprio tutto, perché a volte certe azioni non si sbloccano se non fate questo, cliccate più di una volta sugli oggetti, ho notato che molte volte solo dopo averci cliccato sopra 2 o 3 volte Darren lo raccoglie. Mi è dispiaciuto vedere il castello ,lasciato quasi in rovina mentre alcuni edifici del villaggio , sono stati trasformati in attrazioni turistiche, solo per attirare la gente sfruttando la leggenda della famiglia Gordon, con un museo a dir poco grottesco, una situazione che rispecchia la realtà a volte. Non mancherà di sorprendervi anche questo finale, che lascia spazio all’immaginazione per il seguito l’ultimo capitolo il terzo. Lo consiglio, specialmente se avete intenzione di fare l’intera saga, è un’avventura fatta bene, non piatta ma ricca di stimoli con enigmi, semplici e logici.

 

Copyright © by Anna


Black Mirror III

Se avete giocato i primi due capitoli , non perdetevi il terzo perchè concluderà la storia rimasta in sospeso. 

Questo ultima parte della storia come grafica, come giocabilità è uguale alla seconda parte, per cui come consigli di gioco valgono quelli che ho scritto nella recensione di Black Mirror 2 . Questo capitolo conclusivo si allaccia benissimo al finale del precedente, infatti troverete il protagonista Darren che ora si chiama Adrian, dovrà faticare parecchio per liberarsi della maledizione che il destino ha riservato a tutti i discendenti maschi della famiglia Gordon, vi aggirerete per le stesse locazioni, già precedentemente visitate nella storia , con l'aggiunta di nuovi posti. Mi raccomando una volta arrivati al finale e concluso il gioco , dopo i titoli di coda non perdetevi l'epilogo, una piccola chicca che gli autori ci hanno regalato, e dopo averlo visto, vi nascerà spontanea una domanda ci sarà un capitolo 4 ? chissà solo il tempo lo dirà...

 

Copyright © by Anna


Brothers: A Tale of Two Sons

Bellissimo ,un vero capolavoro , una trama strappalacrime , un platform facile perchè il salto è automatico,non sempre devono essere difficoltosi per piacere qui possiamo permetterci di rilassarci e goderci sia i paesaggi che la storia , più che altro è basato sulla collaborazione trai due fratellini . Ho notato che molti dicono che devono muovere entrambi i piccoli protagonisti , ma questo gioco si presta benissimo per un coop locale sulla stessa tastiera usando W,A;S,D e le frecce per l'altro , perchè non sfruttare questo per coinvolgere una fidanzata , un amico , un fratello , anche una mamma perchè no ? è una storia dolce che appassiona , io personalmente l'ho giocata con mia figlia , vi confesso che nonostante gli avvenimenti tristi , ridevamo insieme senza ritegno ; perchè il piccolo fa delle cose buffe in paese , interagite con tutte le persone e gli oggetti , lo scoprirete da voi , il divertimento è assicurato! Non è longevo sono 6 capitoli non molto lunghi , secondo me va dipanato piano , va fatto con calma senza frenesia di andare avanti , sopratutto fermatevi sulle panchine e ammirate i paesaggi sono riprodotti molto bene con una grafica molto reale, e siate curiosi come bambini , lasciate la strada per cercare in altri sentieri e oplà ! vi arriveranno dei bei archievement . Consigliato a chi ama i game con una trama toccante e non per questo lo giudica come qualcosa di sdulcinato , ma lo appezza così come è semplice favola fantasy .

 

Copyright © by Anna


Child of Light

C’è un solo modo per definire questo gioco, è un “GDR poetico “. Un’opera di una singolare originalità visto i dialoghi preparati interamente in rima. Anche l’atmosfera ben riuscita in cui vi troverete immersi, un bellissimo mondo fantasy creato con tinte tenui. 

Avrete la sensazione di trovarvi dentro a un dipinto ad acquarelli dove i colori mischiati formano gradevoli sfumature, ad aumentare questa sensazione sicuramente è dovuto al fatto che è disegnato quasi del tutto a mano.

Una cosa che salta subito all’occhio in questo game è la sensibilità. Si può notare infatti che la violenza è velata, dato che impersonate la Principessa Aurora, una tenera bambina. Vi è affidato il compito di salvare il regno dalla perfida regina Nera; per lo più combatterete contro animali che vi sbarrano la strada, in pieno stile GdR Giapponese che ricorda gli albori dei Final Fantasy. Questo richiede una certa abilità: dovrete saper scegliere quale elemento usare affinché sia più efficace contro l’avversario, mentre altre volte potete decidere voi se affrontare il nemico o passare oltre. Un grandissimo pregio è che non c’è obbligo nello scontro, saremo noi di fatti a scegliere se affrontarli o meno. 

Diverse le locazioni da visitare in tutte le direzioni letteralmente (data l’abilità di Aurora di poter volare), dal sottosuolo fino al cielo e oltre le nuvole. Non perdete l’opportunità di raccogliere i tanti oggetti sparsi, non resterete mai senza pozioni. 

Come gioco lo consiglio volentieri perché è adatto a persone di qualsiasi età e grazie ad un coop dove il secondo giocatore potrà impersonare il compagno di viaggio di Aurora.

 

Copyright © by Anna


Contrast

Immaginate di tornare bambini e di avere la consapevolezza che se all’improvviso vi svegliate di notte magari per un brutto sogno, non troverete nessuno a consolarvi, come vi sentireste? 

Questa è la storia della piccola Didi, vive in una famiglia che la trascura purtroppo; con un padre(Johnny) assente che si caccia nei guai perché frequenta le persone sbagliate, e una madre(Katherine) che per mantenerla fa l’unica cosa per cui è portata, cantare in un locale notturno.

Anche se Kath è una donna molto bella e affascinante penso che ogni bambino non cerchi queste cose in una madre, ma abbia desiderio di una mamma coccolosa che ti legge le favole, ti prepara una torta ,che canta allegra in cucina mentre indossa un bel vestitino a fiori.

Con una situazione del genere, è normale che Didi cerchi da sola di sopperire alla solitudine creandosi un personaggio immaginario,

Dawn una bella acrobata che le stia al fianco nelle sue imprese; certo perché toccherà proprio a questa bambina con l’aiuto della sua immaginaria amica il compito di riunire i suoi genitori e metterli di fronte alle loro responsabilità.

L’ idea proposta con questo game-player fatto di luci e ombre è originale, si discosta dalla solita grafica a fumetti o a cartoni animati;

molto bella anche la ricostruzione di Parigi anni 20’ in notturna con i suoi localini, i teatri ,la musica, e queste strade che finiscono in strapiombi danno un’idea di qualcosa in bilico tra il sogno e la realtà.

Come giocabilità essendo un Platform è normale che abbia delle difficoltà, bisogna armarsi di pazienza e tentare finche si riesce a superare

I vari passaggi, al limite per un paio di achievement , si può ricaricare e rifare il salto richiesto al primo colpo dopo aver compreso bene la dinamica dei vari tasti da premere in successione.

Un consiglio: raccogliete e soprattutto analizzate tutti gli oggetti da collezione, leggete le lettere perché troverete degli approfondimenti riguardanti l’intera vicenda ,non sono messi lì a caso ma sono importanti fanno parte della storia.

L’unica pecca che ho trovato è il fatto di non poter salvare quando si vuole ,avviene solo alla fine di una quest che iniziate, per cui se per vari motivi dovete staccare, la volta dopo dovete ricominciare la quest dall’inizio.

Per concludere ,direi che è un’esperienza da provare, è vero che non è molto longevo (3 capitoli ) ma a mio parere sono meglio 3 capitoli fatti bene, piuttosto che tanti ma ripetitivi, che alla fine stancano e rischiano di rendere il gioco troppo prolisso; nell’insieme è un prodotto godibile, va non solo giocato, ma capito anche, visto la tematica profonda del tema trattato.

 

Copyright © by Anna


Dark Train

Innanzi tutto voglio ringraziare Video Games & Art per avermi fornito una copia gratuita del gioco e mi ha permesso di provarlo.

 

Dark Train nell’insieme come esperienza mi ha colpito perché è originale , ti pone davanti un approccio verso il gioco tutto nuovo, qualcosa che non mi è mai capitato, andava oltre le mie aspettative, vi spiego il perché.

Innanzitutto ha una grafica bella realizzata completamente con la carta e posta su vari strati ,un vero lavoro minuzioso di intaglio; devo fare i complimenti agli autori, il risultato è meraviglioso, un bianco e nero spruzzato di colori cangianti dove serve, che dà vita a tutta la scena in modo piacevole da ammirare, il tutto riprodotto facendo attenzione ai particolari nelle varie locazioni ad esempio nel cimitero in autunno vengono riprodotte un mare di foglie arancioni che danno calore alla scena.

Poi mi aspettavo di impersonare un avatar tipo un macchinista del treno, invece sorpresa! Sarete un calamaro meccanico Ann 2.35f , a voi il compito di manovrare e far manutenzione al treno.

Nell’insieme non c è una trama specifica e non è nemmeno lineare potete procedere come volete, lo scopo del gioco è quello di raccogliere vari oggetti che Ann metterà nell’inventario e che poi scambierà per avere altri oggetti , al fine di consegnare un ordine misterioso , che non voglio svelarvi nel finale; potete fare questo entrando nei 4 vagoni , che dovete spostare e scambiare di posto , quando i loro simboli si illuminano ( croce,foglia,finestra,neve) potete entrare e compiere un’azione che dovete capire da soli .

Non ha una vera propria colonna sonora, ma devo ammettere che lo trovavo rilassante questo rumore ripetitivo del treno, non è noioso vi culla dolcemente mentre correte sulle rotaie, simpatica anche l’idea di trarre energia dai fulmini, e non dimenticate di caricare il fuoco del treno con le scintille, poi fate il pieno di acqua quando piove, insomma dovete fare confidenza con i vari pulsanti sparsi in giro. 

L’unica cosa che mi ha lasciato spiazzata e perplessa è questa mancanza di tutorial all’inizio, c'è solo questo disegno appena prima di cominciare che era del tutto incomprensibile, fino a che non prendete la mano nel gioco dopo aver sperimentato vari approcci, praticamente avete solo il tasto sin per interagire e il destro per l’inventario dove vedrete che Ann ripone gli oggetti.

Sinceramente avrei preferito essere guidata all’inizio per farmi sentire ben accolta dal gioco, come se mi dicesse “non ti preoccupare ci sono io qui che ti spiego, poi quando sei pronta vai avanti da sola! “ l’intero gioco vi lascia da soli, io non ho trovato neanche indizi su come risolvere gli enigmi , a volte è un po' frustrante secondo me era meglio una via di mezzo, nel senso una difficoltà media, così si rischia che non venga apprezzato ,ma abbandonato a metà . 

Vi consiglio ogni tanto di fermare il treno e di usare il periscopio per uscire e curiosare nelle finestre dove vedete che un richiamo sventola fuori , troverete stanze segrete .

Che dire alla fine? Lo consiglio, ma solo se avete pazienza e se amate le sfide riuscirete a portarlo a termine, per il resto vi assicuro che non vi fa annoiare ci sono diverse cose da fare …

 

Copyright © by Anna


Draw a Stickman: EPIC

L'unico gioco che vi farà tornare indietro nel tempo alla grande passione delle elementari , che tutti chi più chi meno abbiamo avuto , sto parlando dei mitici pastelli , quanti di noi non vedevano l'ora di poter usare quel bellissimo astuccio nuovo pieno di pastelli colorati ? E allora lasciatevi ispirare e usate i pastelli per disegnare il vostro omino , o un fuoco , una nuvola , un'ascia . una bellissima armatura tutto ciò che vi serve per vivere le avventure , naturalmente in un bel quaderno che riempirete man mano avanzerete nei livelli . Ricco di un sacco di cose da fare oltre la storia , tipo cercare i pezzi del puzzle o scovare l'omino dei colori nei posti più strani . Sinceramente questo game mi ha tirato fuori un'anima da piromane che non sapevo di avere , mi sono divertita con gusto ad appiccare incendi oppure a dare fuoco alla dinamite e poi trovarmi a dire al mio omino "via via corri ! che qua saltiamo in aria! " Non è molto longevo ma alla fine vi regala anche dei livelli bonus , vi consiglio di giocarli più volte questi livelli per cercare di ottenere anche gli achievement sono parecchi e vi ritrovere a fare delle cose divertenti e strambe pur di collezionarli . Consigliatissimo a tutte le età un gioco semplice ,ma ricco di simpatia e divertimento , ma mi raccomando metteteci un pò di impegno per disegnare il vostro avatar , perchè in fondo dentro di noi tutti possediamo il dono dell' arte e della fantasia , lasciate che questo gioco la tiri fuori .....

 

Copyright © by Anna


Edna & Harvey: Harvey's New Eyes

Edna &Harvey, a primo acchito può apparire un giochino banale, ma non è così, lasciate che vi spieghi il perché. Per cominciare ha una bella grafica cartonesca che non guasta alla storia in sé, molto colorata vivace, non stilizzata ma abbastanza contornata di particolari; sostanzialmente è un genere comico, a volte un po' grottesco, è vero che non ha la lingua italiana, ma vi assicuro che si riesce lo stesso a capire la storia e a progredire nel gioco. Non impersonerete Edna ma Lilli una dolce bimba con le treccine d’oro, rinchiusa in un convento orfanotrofio ,dove vige una disciplina rigida, ohimè ! viene vessata dalla Madre Superiora, che gli affida un sacco di lavori da svolgere e la sgrida senza pietà .Vi assicuro che questo gioco riesce a farvi provare una vera propria simpatia per la piccola e diligente Lilli, ma che colpa ne ha se poi capitano piccoli incidenti a volte anche mortali, mentre porta a termine tutti i suoi compiti ? Vi devo dire che a volte ho provato grande soddisfazione in questo, arrivando persino a ridere di gusto per quello che arriva a combinare la piccola innocente, che sostanzialmente non parla neanche nei dialoghi, non spiccica una parola in tutta la storia, si limita solo ad accennare con la testa nei vari dialoghi ;anche se alla fine si rivelerà coraggiosa perché avendo scoperto che un certo Dott. Marcel vuole ubbidienza dai giovani usando l’ipnosi come arma, riuscirà a eliminare tutti i blocchi mentali imposti, liberare Edna e smascherare il colpevole. Lo consiglio come diversivo, quando avete voglia di staccare un pò, il divertimento è assicurato , se poi lo trovate scontato è da non perdere .

 

Copyright © by Anna


Elementary My Dear Majesty!

Se trovate questo gioco scontato o avete un coupon, prendetelo assolutamente è carinissimo da giocare, ha una grafica, colorata, allegra,cartonesca , ma fatta bene , rifinita nei particolari non grezza. 

Ha una trama fiabesca , dovrete riportare la principessa trasformata in un mostro, al Re, per arrivare a questo dovete cercare degli oggetti in vari scenari in 3d addirittura potete girarli a desta o a sinistra e avvicinare per vedere meglio; non solo ma anche ricostruire oggetti, e dovete imparare a usare catapulta per lanciare delle persone....e qui tutti dicono : cosa ci vuole ? sé ! lo dicevo anche io ......e poi sparavo la gente fuori dalla scena ! occorre pazienza per capire bene come regolare tutto l'ambaradan, ma dopo il divertimento è assicurato . 

E' molto longevo come gioco, numerose sono le locazioni da visitare tutte diverse , sicuramente non vi annoierete , sempre se vi piace questo genere, ma come cerca oggetti è originale diverso dal classico Hidden Objective, perché sia gli oggetti da trovare che gli enigmi sono facili, con un po' di pazienza li risolverete subito . 

Lo consiglio come diversivo non è male anzi può pure essere divertente e anche un pò comico.

 

Copyright © by Anna


Fable: The Lost Chapters

Fable è il gioco della vita , percorrerete un cammino di una vita intera, inizierete il gioco interpretando un piccolo bambino a cui verranno strappati in un attimo la sua famiglia e il suo villaggio , ma come in tutte le favole troverà una persona buona che si prenderà cura di lui , lo porterà con sè e gli insegnerà a difendensi , facendolo diventare un vero uomo . Passerete da tutte le età ragazzo , adulto , fino a trovarvi i capelli bianchi , man mano che cresce la vostra esperienza anche l'età avanza , personalmente non mi è piaciuto vedere il mio avatar riempirsi di rughe e di una lunga barba bianca ,ma almeno nonostante l'età la forza non verrà a mancarvi . Come GDR è strutturato bene ci sono varie quest ,ma non troppe in questo modo non ci si allontana dalla storia principale ,anzi vi sentirete piacevolmente guidati man mano che avanzate nei capitoli . Originale l'idea di aprire le porte con i guardiani è una cosa che coinvolge vi verrà una voglia di aprile tutte anche a costo di fare cose strane . Nel complesso è un gioco fatto bene , ha una grafica cartonesca simpatica, non perdetevi la possibilità di accettare delle sfide ,vi darà quel pizzico di brivido in più nelle quest . Se amate i giochi di ruolo non potete farvelo mancare nella vostra collezione è un classico che sicuramente è da provare.

 

Copyright © by Anna


Face Noir

Questo gioco ha la capacità di immergerti negli anni 30' ,tutto è riprodotto bene , l'ambiente ,i personaggi , la musica adatta al periodo , anche gli oggetti di uso quotidiano sono ricostruiti fedelmente e piacevoli da conoscere . Personalmente mi sono sentita coinvolta dalla trama : un po giallo ,un po spionaggio , toccante sopratutto la scena con la piccola bimba portata in salvo . Gli enigmi non sono difficili ,più che altro bisogna sapere dove andare e con chi parlare ,visto che i dialoghi sono alla base della storia ,ottima la longevità non si risolve il tutto in poche ore, occorre cercare indizi che si dipanano lungo il cammino x capire il mistero che si cela . Non può mancare nella libreria di chi ama il genere Giallo ,anche solo x vivere un'avventura come in un film tipo " IL Grande Sonno" , da provare sicuramente non lascierà delusi .

 

Copyright © by Anna


Gems of War

Premesso , che trovo diletto nei game puzzle , devo dire che questo lo trovo simpatico e divertente, si entra subito nelle dinamica del gioco senza lunghi tutorial, ti permette di aguzzare l'ingegno visto che non si tratta di battaglie dirette ma appunto tramite abbinamenti di gemme ; sicuramente dopo un po' che giochi capisci che non devi accoppiare i colori così a caso ,ma fare delle scelte che non favoriscano l'avversario e nello stesso tempo a vantaggio nostro . Nell'insieme lo trovo avvincente perché ti fa venire una smania di salire di livello ,che crea una piccola dipendenza che ti fa dire : "ancora una battaglia poi stacco ".... unica pecca è la mancanza di un PVP vero e proprio ,quello proposto qui è un surrogato . Giustamente lo consiglio , anche tenendo conto che è Free non possiamo pretendere chissà che ,ma nell'insieme è piacevole . :-D

 

Copyright © by Anna


Gray Matter

Il titolo stesso “Gray Matter “ materia grigia , incuriosisce, ma è azzeccato esprime bene quello che è l’essenza del gioco, vi spiego il motivo. Innanzi tutto impersonerete Samantha o Sam ,una bella donna che viene assunta come collaboratrice del Dott. Styles, non sa nulla di ciò che le aspetta e si trova davanti una persona fredda esigente che gli impartisce solo ordini. Ma chiediamoci, chi è questo Dott. Styles? Perché l’ha assunta come assistente ma non vuole rivelargli nulla di ciò a cui lavora? Quali esperimenti con gli studenti conduce nel suo laboratorio? Perché si è ritirato a vita solitaria ? Con un quadro del genere davanti come reagireste voi? Qualsiasi persona alzerebbe i tacchi dicendo” Mi spiace ma non collaboro se non so nulla!” Ma non Sam, non solo non si scoraggia, ma è decisa a scoprire cosa nasconde questa persona misteriosa; ecco che in questo frangente, la sua passione per l’illusionismo gli tornerà molto utile, ad esempio per leggere un documento, o per impossessarsi di oggetti utili, qualche giochetto è lecito a fin di bene per indagare. Molto bella anche la possibilità che il gioco ci offre di vedere le cose dall’altro punto di vista, nei panni del Dott.Styles , solo così potremo conoscere il suo lato umano ed emotivo e capire veramente cosa lo spinge a comportarsi così, quale dolore cela nel suo cuore ?.... La trama è molto profonda c’è il mistero, una bella storia d’amore, ci sono giochi di prestigio, enigmi da svelare, bei luoghi da visitare, qualche riferimento a un film, e non mancheranno i colpi di scena garantito. Come gioco di avventura è interessante, ha una bella grafica, una trama ricca e molto longeva, vi accompagnerà per ben 8 capitoli, inoltre il rapporto fra qualità e prezzo è molto valido.

 

Copyright © by Anna


Grim Fandango: Remastered

Non è la solita avventura, ma è una storia originale perché fonda le sue basi partendo dal Dio della morte messicano e da credenze Azteche riguardo al regno dell’aldilà.

La cosa assurda e grottesca nella storia è che il protagonista Manny, dopo il trapasso, non trova la meritata pace, ma si ritrova in un mondo simile alla realtà, dove è costretto a lavorare con persone senza scrupoli, tra lunghe burocrazie, corruzioni, sfruttamento e ingiustizie, con il timore della morte pur avendola già provata.

Nell’insieme devo dire che pur essendo quattro lunghi capitoli, non si cade mai nella noia o monotonia, perché Manny pur affrontando i suoi compiti con serietà, non manca certo di sparare i suoi commenti sarcastici e non si vergogna di buttarsi a fare le cose più strane creando così situazioni comiche, mentre i personaggi che incontrerà, alcuni bizzarri altri simpatici, ci faranno sicuramente sorridere.

Godibile la colonna sonora, che con il suo Swing accompagna bene questo stile Noir, con tipiche atmosfere da Gangster; mentre il doppiaggio è veramente ottimo, ben azzeccato, specialmente la voce del protagonista è straordinaria perché dà forza e carattere al personaggio.

Tranquilli, c'è anche spazio per i sentimenti, una bellissima amicizia che si consoliderà durante la storia e che alla fine farà commuovere.

Un consiglio: le cose da fare sono molte, ma non mancate di parlare con tutti, ed esaurite bene tutti i dialoghi, altrimenti rischiate di non sbloccare delle azioni essenziali.

Lo consiglio a tutti Fandango perché è uno di quei giochi che ti rimane impresso anche a distanza di tempo, le sue battute e citazioni hanno fatto storia tra chi l’ha giocato.

 

Copyright © by Anna


Kingdoms of Amalur: Reckoning

Premetto che non conoscevo questo gioco, mi è stato donato e subito mi sono tuffata con entusiasmo in questa nuova avventura da perfetta profana. Devo ammettere che non mi ha deluso ,anzi sono rimasta favorevolmente colpita subito dal combattimento spettacolare, niente a che vedere con quello spartano tipo Risen; non solo è efficace ma ha anche una certa eleganza, addirittura il personaggio prima di riporre il bastone lo fa roteare in stile western , che risulta piacevole da vedere. Tutto questo è condito da una grafica un po' fiabesca, che non guasta perché addolcisce il paesaggio e lo arricchisce di colori. Io consiglio di provarlo senza farsi prendere dalla paura di quel bug iniziale, visto che è risolvibile in pochissimo tempo.

 

 

Copyright © by Anna


Layers of fear

Una trama profonda, coinvolgente, personalmente mi sono chiesta come può un uomo che ha tutto ciò che desidera , un lavoro stimolante, una bella casa, una moglie splendida, e una dolce bambina, distruggere tutto ciò e arrivare alla pazzia? 

Un viaggio nella mente di un pittore per capire a cosa porta la schizofrenia, l’eccesso di alcool e un’ossessione esagerata per le proprie opere che lo portano addirittura a ricercare elementi naturali umani per creare un quadro perfetto.

Devo dire che come gioco è ben strutturato,sa coinvolgerti, all’inizio ci presenta una bella villa, dimora felice di una famiglia completa con tanto di cane.

Ma poi man mano che ci addentriamo nella trama, rimaniamo intrappolati da un ripetersi di stanze dove i nemici non vengono da fuori, ma è il dolore, i rimorsi e tutto il male che abbiamo causato come protagonisti a trapelare dai muri stessi della casa; preparatevi a saltare perché non sapete cosa vi aspetta dietro a ogni porta.

Vi consiglio vivamente di giocare anche il DLC ,perché vi permette di accedere a molti particolari che il gioco base non svela, è un’approfondimento della intera vicenda.

Mi raccomando ad ogni capitolo non andate di corsa , ma soffermatevi , guardatevi intorno , aprite i cassetti , gli armadi , solo così potete trovare note , foto, lettere che vi fanno capire la storia .

Di seguito vi parlerò della trama così potete decidere se continuare a leggere o svelarvela giocando., naturalmente si basa sulla mia esperienza avuta interamente anche con l'espansione .

 

TRAMA

La storia è incentrata su un pittore, che pur avendo un handicap fisico a una gamba, riscuote lo stesso successo nel suo lavoro i suoi quadri sono richiesti e così può permettersi una bella casa, ha una moglie degna di lui perché è anche lei un’artista suona il piano, la sua bellezza lo ispira, e la considera la sua Musa, la loro gioia è completata da una bella bimba, e per finire da un cane di razza.

Ma un brutto giorno, riceve una telefonata che cambierà per sempre la sua vita, c è stato un incendio mentre si esibiva sua moglie, si salva ma rimane gravemente ustionata, il volto è segnato e da allora si aiuta con una sedia a rotelle. 

Sicuramente non è facile accettare di trovarsi in queste condizioni e rinunciare alla bellezza, a causa di ciò cade in depressione, proprio in quei momenti dove avrebbe dovuto essere più amata e rassicurata dall’uomo che ha scelto come suo compagno per la vita, ecco che si ritrova sola e trascurata, si sente inutile perché non è più una Musa e il pittore si sente perso, non avendo più ispirazione il suo lavoro ne risente tanto da cadere in un blocco dell’artista, ormai la considera solo un peso, come una bambola rotta, non più aggiustabile.

Non vedendo altra prospettiva cerca rifugio nell’alcool, ma non serve a nulla anzi, questa dipendenza lo rende peggiore, intollerante verso tutto e inveisce contro chi dovrebbe amare, infastidito persino da cose insignificanti come un rumore o un gioco lasciato in giro per casa .

Dilaniata da pianti, solitudine e tristezza alla fine la sua Musa è stanca di chiedersi dove è finito l’uomo dolce che ha sposato, e dopo aver riversato il suo odio per colui che si è trasformato in una maschera di se stesso, scrive una lettera alla figlia chiedendogli perdono di non essere stata una buona madre e sceglie di porre fine a tutto ciò togliendosi la vita .

Dopo anni quell’uomo decide di ritornare nella casa dei suoi sogni per portare a compimento una scelta assurda, creare un’opera d’arte perfetta, dipingere la moglie con materie umane….una sorta di idea scaturita da una mente malata ossessionato dai ricordi, e dilaniato dai sensi di colpa, dalle paure, cade vittima di sé stesso, si rende conto che è troppo tardi che non può fare nulla ormai, e si ritrova a vagare in una spirale senza uscita .

 

Lo consiglio a chi ama le trame profonde a chi non si ferma alle apparenze, a chi vuole andare a fondo nelle cose, scavare e capire la mente umana, qui troverà pane per i suoi denti, se poi amate l’arte meglio ancora, i quadri da ammirare sono molti, alcuni anche opere vere esistenti.

 

Copyright © by Anna


Life is Strange

Mi fa piacere vedere che, nonostante oggi i videogiochi progrediscano in grafica e giocabilità, questo game abbia dato ampia enfasi alla trama e ai sentimenti, e riesca a ottenere un così ampio consenso di pubblico di varia età. Personalmente, mi sono sentita coinvolta, anzi immedesimata nella protagonista femminile, sono tornata indietro nel tempo ai miei 18 anni, per rivivere quelle sensazioni e situazioni che capitano a quella età, ma con l'opportunità di provare le varie scelte che la vita ti offre e vederne poi le conseguenze. 

Molto ben strutturata anche la parte dei dialoghi, con ampia scelta di diverse opzioni, che dona profondità al gioco rendendolo né banale né noioso, ma coinvolgente, visto che sta a noi scegliere come rispondere a una certa persona. Un altro punto a favore è sicuramente la ricostruzione ben fatta della scuola, sembra veramente di girare in una High school, mi sono divertita anche a leggere i vari annunci posti nelle varie bacheche, alcuni anche comici direi . Molto commovente il finale, peccato ci lasci così in sospeso (mi riferisco al primo episodio), ma è normale che continui negli altri episodi. Consigliato a chi vuole vivere e provare la sensazione di essere il protagonista di un telefilm, ma solo se trovate diletto in un avatar femminile, visto che non c'è un'alternativa maschile.

 

Copyright © by Anna


Lilly Looking Through

Gioco simpatico e scorrevole , senza dialoghi e neanche dovrete impegnarvi ad abbinare vari oggetti nell'inventario. Vi troverete a impersonare una dolce bimba di nome Lilly che attraversa varie locazioni alla ricerca del suo piccolo amico volato via . Tutto questo si svolge in uno scenario delicato e cartonesco ricco di colori e paesaggi fantasiosi , gli enigmi a volte sono un po' impegnativi ma potete contare sul pulsante aiuti. Nell'insieme è un 'avventura carina consigliata x rilassarsi ,magari dopo un game impegnativo.

 

 

 

 

Copyright © by Anna


Lyne

Premetto che amo i giochi ad enigmi in generale , mi son detta : "ma si che ci vuole a fare queste 4 combinazioni ? ,sto gioco lo faccio subito " SEEEE !!! magari ,all'inizio è come un tutorial ,lento ,facile ,rilassante ,ma poi man mano che vai avanti non è affatto da sottovalutare , richiede un certo impegno di gioco , anche pazienza x provare e riprovare fino a che si trova la combinazione giusta , io sinceramente dopo una mezz'oretta che ci gioco ,stacco perché mi fumano le sinapsi , anzi se non smetto ne esco proprio pazza !!!!! Comunque nell'insieme è un ottimo gioco , ideale x svagarsi e non far arrugginire la mente ,sicuramente non consigliato ad enigmisti alle prima armi .

 

 

 

Copyright © by Anna


Lost in Paradise

Questo gioco è stato una piacevole sorpresa, mi ha colpito il titolo direi: “Persi in paradiso “rievoca una voglia di esplorare un’isola deserta e di cercare di sopravvivere con quel poco che troviamo, pensavo a una grafica stile cartoni, classica; invece vi troverete davanti a scenari bellissimi, sembrano cartoline, il mare azzurro con la sabbia fine è solo l’inizio, man mano che esplorate camminerete ,nei boschi ,in riva al lago dove le acque sono trasparenti e riflettono il paesaggio, grotte con cascate, e non solo addirittura, montagne e paesaggi innevati, dove lo sguardo si perde a vista d’occhio. Come longevità non ha una trama lunga, ma potete iniziare in modalità facile e poi rigiocarlo in difficile per chi vuole ottenere tutti gli obiettivi; Gli enigmi sono facili da superare piccoli mini-giochi, niente che vi farà innervosire, l’unica cosa che mi è sembrata una cosa strana in questa avventura è che vi troverete ad esplorare questi incantevoli posti con un avatar in puro stile retrò, questo omino piatto in 2d, abbastanza rigido nei movimenti, ciò stona un pochino con tutto quello che ci circonda, magari potevano lavorarci un pochino di più su questo. Nell’ insieme se non avete tante pretese è un gioco carino , vale la pena provarlo solo per godersi gli scenari, mettetelo in lista se è scontato vale la pena acchiapparlo subito al volo!!!

 

Copyright © by Anna


Machinarium

Più che un gioco lo definirei un gioiello,ha una grafica discreta con dei colori delicati,uno stile cartonesco,ma non pacchiano; il piccolo robottino protagonista fa quasi tenerezza per le vicissitudini capitate,ma nello stesso tempo non si perde di animo e saprà regalarci momenti di allegria, basta un po' di musica e lo vedrete ballare allegramente anche con un suo stile direi, uno spettacolo simpatico che fa da intermezzo tra un enigma e un altro. Anche se non ha la traduzione in italiano non è un problema, visto che non ha dialoghi, ma i vari personaggi si esprimono con dei disegnini comprensibili . Una cosa utile in questa avventura è il tasto "?" che vi darà un suggerimento su cosa fare, mentre in alto a destra c'è un libro, se fate un semplice giochino ecco che si schiuderà e potete consultare la soluzione agli enigmi, per cui tranquilli non rimarrete mai bloccati, così potete evitare di tirare 4 accidenti al gioco e godervi il tenero finale ........AH ! dimenticavo una piccola chicca : Giocatelo con calma , prendetevi piccole pause, che so per sgranocchiare qualcosa o altro, ecco che il vostro piccolo amico mentre aspetta il vostro ritorno si lascerà andare ai dolci ricordi di diversi momenti felici ......

 

Copyright © by Anna


Magdalena

Dopo questa esperienza strana, mi viene naturale recensire Magdalena, non voglio essere negativa, però vorrei far capire agli autori come si sente una persona digiuna completamente 

di ciò che l’aspetta. 

Cominciamo col dire che non è un vero gioco interattivo, nel senso che: non cè una trama, non avete inventario, non unirete oggetti, non troverete persone, né dialogherete, semplicemente esplorerete una casa.

Appena lanciate il gioco si presenta il menù, selezionate la lingua, new game e vaìììì si inizia!! 

Magari!! Vi troverete di fronte a uno schermo nero, senza capire cosa fare, cliccate un po' in giro nulla! Le frecce? Manco! Alla fine provando con W finalmente riuscite a muovervi Evvivà!E potete raggiungere quelle piccole luci in lontananza, verso il piccolo tutorial finalmente ! 

Devo dire che come inizio è abbastanza frustrante, perché di solito ci sentiamo sperduti quando incominciamo un nuovo game e desideriamo essere guidati, presi per mano quasi per farci sentire che il gioco, ci rassicura ci coccola, non sembra ma i primi minuti di un gioco come anche in un film sono fondamentali, ci viene spontaneo giudicarlo subito, se l’inizio è buono ci carichiamo se no ci smontiamo .

Aggiungerei anche che si sente la mancanza di un puntatore vero proprio una bella freccia davanti che ci 

Indica dove stiamo guardando, invece vi troverete solo un puntino piccolo, quasi impercettibile 

che dovete con attenzione passare sugli oggetti solo per osservarli. 

IL vostro compito sarà quello di ricostruire la storia di Magdalena raccogliendo vari appunti sparsi per tutta la casa e il giardino, solo che dovete fare questo usando un certo ordine altrimenti non appariranno, con il rischio di girare inutilmente. 

Di per sé l’idea di ispirarsi ad un racconto di Edgar Allan Poe non è male, solo andava arricchito con oggetti da manipolare, e con filmati di intermezzo che evocavano scene di vita, vissuta, c'è da riconoscere che la grafica è bella, questa casa è piacevole da esplorare, ben arredata dove tutto è pulito e ordinato .

Se vi piacciono le sfide provatelo, non è così male, attualmente costa pochissimo e vi dà anche le carte cosa volete di più?

 

Copyright © by Anna


Marvel Puzzle Quest

Gioco bello molto coinvolgente ,non è solo questione di forza ma anche strategia ,devi trovare gli abbinamenti giusti di colori se vuoi battere l"avversario. Comunque non è vero che è tutto a pagamento perché i nuovi eroi si vincono giocando ,anche l"ISO per aumentare l"esperienza ,si può anche entrare in alleanza con altri giocatori per vincere più premi .

 

 

 

 

 

 

Copyright © by Anna


Meadowland

Un piccolo capolavoro di arte, dello stesso autore Màrten Jonsson,creatore di Star Sky,che, anche in questo capitolo ci fa sognare,dovremo impersonare una piccola fata,ci sposteremo con le nostre piccole alucce tra terra,mare e isole sospese.

Abbiamo a disposizione il dolce canto, con questo possiamo agire sulla natura, far crescere fiori,far apparire un tappeto di stelle, far innamorare e addirittura far volare i pesci !!!

L'atmosfera che si respira è la stessa di Star sky, le emozioni non mancheranno tra spettacoli della natura e notti stellate,l'unica differenza è che se vi fa piacere potete raccogliere dei pezzi magici di un puzzle che troverete sparsi in giro,alla fine formeranno un disegno,non sempre saranno facili da trovare,ma neanche impossibili da raccogliere tutti, occorre un pò di pazienza.

Lo consiglio se volete un'esperienza diversa dal solito game, rilassatevi e godetevi lo spettacolo !!!

 

Copyright © by Anna


Memoria

Se avete giocato il primo capitolo della serie The Dark Eye , non perdetevi questa avventura, che continua la storia del nostro cacciatore di volatili Geron, ora alle prese con un bel problema, come far tornare Nuri umana, visto che è stata trasformata in corvo. 

Sarà costretto a rivolgersi a un mercante per spezzare questa maledizione, che gli proporrà di risolvere un indovinello che lo assilla da tempo, al quale non riesce a trovare risposta, dovrà scoprire che fine ha fatto, l 'ultima principessa di Fasar, Sadja partita per una spedizione e mai tornata ....

Anche questo secondo capitolo è fatto bene, non si stacca da quella che è la grafica precedente, mantiene lo stesso stile, 

anche come storia è coinvolgente,vi muoverete nel tempo, impersonando Geron nel presente e ricostruite ciò che è accaduto in passato calandovi nei panni della bella Sadja.

Gli enigmi sono diversi e a volte un attimino complessi, ma seguono sempre il contesto del gioco.

Una cosa bella è anche il fatto che imparerete nuovi incantesimi, questo rende la storia più vivace non c'è che dire.

Come longevità non scherza, tenete conto che sono ben 8 capitoli per cui le cose da fare e le locazioni da visitare sono molte.

Unica pecca è quella della lingua, Ahimè!!! mentre nel precedente c'erano i sottotitoli in italiano, qua non ci hanno calcolato proprio.......non esiste la lingua italiana, anche se a mio parere vale la pena giocarlo lo stesso perché come prodotto è valido, non conviene lasciare la storia a metà, ma godersi le avventure di Geron anche in questo sequel del gioco .

 

Copyright © by Anna


Murdered: Soul Suspect

Devo dire che mi ha sempre attirato MURDERED , e pensavo fosse il classico noir , fino a quando l'ho giocato e sono rimasta piacevolmente sorpresa . SE siete attratti da indagare e cercare indizi questo gioco fa per voi , già dal filmato iniziale , vi ritroverete immersi nel gioco , lasciatevi trasportare dalla trama tenera e profonda , pur essendo una donna personalmente sono riuscita a calarmi nei panni del protagonista , perché hanno creato un personaggio calmo e riflessivo , che ben si avvicina al mio carattere . Le varie locazioni sono ben costruite e ricche di particolari , oltre alla trama principale troverete altre piccole quest che non vi distrarranno troppo dal filo conduttore , inoltre sono molti gli oggetti sparsi da raccogliere che vi sembrerà di partecipare a una simpatica caccia al tesoro ,non esitate a cercare nelle zone più strane e isolate , sarete ricompensati dalla vostra curiosità .Voglio concludere lasciandovi una piccola chicca : troverete anche l'opportunità di provare come ci si sente nei panni di un gatto , vi assicuro che è divertentissimo saltare dappertutto anche sul tavolo da veri indisciplinati e farvi dire dal cuoco .Via sciò vattene gatto! Una soddisfazione che non ha prezzo !

 

Copyright © by Anna


Mysterium

Chi di voi , non ha mai giocato a Cluedo, il famoso gioco da tavola? Sicuramente a molti rievoca bei ricordi di pomeriggi o serate, passate a cercare il colpevole in questa bella villa; ecco! Mysterium 

ricorda un po' quel gioco, con una bella grafica, ambientato nel 1922, dovete scoprire chi , dove, e con cosa è stato perpetrato un assassinio, in che modo ? con l’aiuto di un fantasma che vi invierà degli indizi visivi ( delle carte ) sta a voi osservare bene e capire quale particolare richiama il personaggio o lo scenario in questione. Ben strutturato, completamente in italiano, ha un ottimo tutorial che vi prende per mano e vi guida passo a passo nelle prime partite, imparerete subito la dinamica, non ci sono troppe regole e nulla di complicato vi troverete piacevolmente dentro la partita senza provare frustrazione, ma solo divertimento. 

Dopo aver acquisito esperienza a sufficienza, il gioco stesso vi dirà che siete pronti per una bella partita cooperativa on line, i server sono abbastanza frequentati per cui troverete facilmente partite che attendono di raggiungere il numero di 4-6 player , la cosa più bella è avere un amico in lista con questo game, entrare entrambi nelle stessa partita ,mentre si comunica in chat vocale, e nello stesso tempo scrivere nella chat del gioco ad altri partecipanti per cercare di aiutarsi; alla fine non abbiamo vinto in nessuna storia, ma abbiamo riso un sacco, non riuscite a immaginare che pasticci riesco a combinare dentro una partita………

Nell'insieme è un game divertente, lo consiglio se cercate una serata diversa in compagnia di amici, o anche in single player, è uno di quei game che uno dice: ancora una partitina! Fino a che vi accorgete che è tardi e bisogna staccare. 

 

Copyright © by Anna


Neighbours from Hell

Come gioco è molto simpatico, un diversivo direi, vestirete i panni di Woody, un furbacchione il cui unico intento è fare scherzi a quel dispotico del vicino, vi introdurrete in casa sua e senza farvi beccare, dovete fare tanti piccoli sabotaggi alla sua routine quotidiana. Vi confesso che non me l'aspettavo mi sono ritrovata a ridere vedendo questo malcapitato che si arrabbiava per tutto ciò che gli combinavo, fino a vederlo sclerare a causa di una sventura dopo l'altra , vi assicuro che questo gioco riesce a tirare fuori l'adolescente dispettoso che c'è in noi , ci fa ritornare per poche ore a quel periodo spensierato, e un po' goliardico quando non avevamo responsabilità e la nostra mente macchinava questi scherzi, senza sentirci in colpa....Non c'è lingua italiana è in inglese ma ha un tutorial che vi giuda bene nei primi passi poi capirete ampiamente cosa dovete fare, non sentirete la mancanza di sottotitoli in italiano, se vi capita l'occasione non lasciatevelo sfuggire, vale la pena provarlo, sono certa che un sorriso riuscirà a strapparvelo, poi occupa poco spazio, e gira anche su Pc non di ultima generazione , perché come gioco non richiede grandi prestazioni; che dire per concludere ? Lasciatevi andare per qualche ora dimenticate quello che vi hanno insegnato tipo" questo non si fà "e BUON DIVERTIMENTO ! Tanto poi alla fine non dovete scusarvi con nessuno per tutto quello che avete combinato !!! :-P

 

Copyright © by Anna


Never Alone (Kisima Ingitchuna)

 

Premetto subito che non sono molto forte nei giochi platform , sono un pochino negata a saltare dì quà e di là , forse perchè cado spesso e mi trovo a continuare a provare e riprovare gli stessi passaggi , ma questo capolavoro nonostante una difficoltà che va crescendo a ogni capitolo , vi spingerà a continuare solo per ammirare quei bellissimi filmati sbloccabili man mano che procediamo nel game ; Infatti ci avvicinerà alle tradizioni e al tipo di vita che fanno queste popolazioni che vivono nelle zone fredde , a noi quasi sconosciute, eppure questi brevi documentari hanno reso così affascinanti , anche con le meravigliose immagini che vi assicuro vi faranno amare il freddo e la neve . Più che una storia si tratta di una Fiaba, basata sull'amicizia tra la piccola NUna e una volpe che decide di aiutarla nel suo viaggio contro le forze della natura e i vari spiriti , alcuni sono benevoli e l'aiuteranno ,mentre altri spiriti la ostacoleranno nel suo cammino ; un'amicizia forte , indissolubile che va oltre la morte di chi ha deciso che nulla può impedirgli di portare a termine la sua missione , anche a costo della vita stessa . Nel complesso lo consiglio come gioco vi toccherà questa storia e sicuramente non vedrete piu il popolo "Inupiat " come prima , ma ne uscirete arricchiti e gioiosi di aver provato questa indimenticabile esperienza in mezzo ai ghiacci .

 

Copyright © by Anna


Neverwinter

Premesso che mi piacciono i giochi di ruolo, io lo trovo carino questo game ,si è vero che a volte danno problemi i server, il personaggio a volte si blocca o è rallentato , però nell'insieme è abbastanza giocabile, le quest sono varie ,non troppo lunghe e divertenti . C'è questa possibilità di giocare in coop, anche da soli però è appagante , la cosa che mi diverte di più è seguire queste scie luminose , immaginate se non ci fossero , ci perderemmo nella vastità dell'ambiente . sicuramente lo consiglio , se non si hanno troppe richieste si possono trascorrere piacevoli ore di gioco, in fondo teniamo conto che è un free-game non possiamo pretendere che sia di altissimo livello senza spendere un euro .

 

 

Copyright © by Anna


Nostradamus: The Last Prophecy

Nostradamus, non è un gioco molto conosciuto dalla massa, ma se amate il genere avventura vale la pena averlo in libreria e giocarlo, vi spiegherò il perché. Per prima cosa, vi troverete ad impersonare la figlia del grande scrittore, una bella ragazza, personalmente come donna mi è piaciuto vestire i suoi panni, perché si dimostra una persona dolce ma nello stesso tempo riflessiva ; non c'è spazio per la noia perché imparerete a fare un sacco di cose ,tipo : impastare il pane, preparare marmellate ,forgiare , raccogliere erbe e preparare pozioni con tanto di ricetta da seguire ...... tranquilli , troverete anche il tempo per indagare su un caso di omicidio ,e perché no pure una partitina a dadi con una dama furbetta .Ben riprodotto il castello dove l'arredamento è curato nei minimi particolari,dai quadri all'arredamento del'epoca . Un punto a suo favore sono sicuramente i paesaggi, hanno un che di acquarello, rimarrete sedotti da quelle nuvole che offrono uno spettacolo insolito con dei colori che le giornate di sole non mostrano, gli enigmi sono ben introdotti nella trama alcuni semplici altri più complessi,ma mai banali . Infine lasciatevi trasportare dalla trama e certamente vi godrete questa bella avventura .

 

Copyright © by Anna


OIK

OIK non è il solito puzzle game ostico, impossibile da giocare che vi fa schlerare dopo un paio di minuti, no anzi tutt'altro l’ho trovato piacevole lo definirei una piccola perla che si lascia giocare 

dolcemente. livello dopo livello regalandovi achievement in poco tempo .

Non ha tutorial ma capirete subito cosa dovete fare, in pratica dovete cercare di far atterrare un cubo azzurro sulla piattaforma dello stesso colore, togliendo altri cubi neutri e tenendo conto che alcuni sono fissi, niente di complicato l’unica dinamica a cui prestare attenzione è quella della caduta ,fino a metà gioco ci arrivate tranquillamente basta un po' di logica, vi assicuro che anche chi è meno avvezzo verso gli enigmi, si lascerà trasportare dicendo “ancora un altro livello!”

Come esperienza regala un paio di ore di relax, e come tale un ottimo diversivo.

Vi do una piccola idea su come potrebbe tornarvi utile in un’ altro modo : se avete una bacheca degli achievement potete usare le lettere ottenute e formare il vostro Nick Name sul profilo per renderlo particolare ….

Alla fine che dire oltre? Costa pochissimo, vi dà le carte è divertente e potete usare gli obiettivi ottenuti in modo creativo, che volete di più?

 

Copyright © by Anna


Papo & Yo

Gioco realistico. una storia di vita ordinaria, il protagonista è Quico un ragazzino che vive alla giornata in una Favela ,con una madre assente 

e un padre che per sfuggire alla povertà e ai problemi si rifugia nell'alcool con conseguenze negative per il figlio che lo vede come un mostro

a volte imprevedibile e violento .

In una situazione come questa l’unico conforto che trova è Lula un prezioso giocattolo robot dotato di Jetpack , con lui sarete pronti a saltare sui tetti e lamiere in un bellissimo Platform in 3D dove troverete anche dei meccanismi da avviare .

L’ho trovata molto originale l’idea delle chiavi a molla che danno la carica agli oggetti e vederli spostare dove serve, ricordano un po' i giocattoli antichi fatti di latta.

Le varie locazioni sono stupende ricostruite nei particolari, le case ammassate una sopra l’altra, non da meno i vari murales sembrano reali con questi colori forti ,le piazze , e le montagne in lontananza, il tutto corredato da una luce calda di un sole che sta tramontando .

Fa riflettere il finale che non voglio raccontarvi, ma che fa capire qual è l’unico modo per convivere con tutto ciò .

Consigliatissimo , più che un game è un’esperienza di vita veramente vissuta e che ci porta a meditare su quali sono le cose veramente 

importanti nella vita di ogni giorno.

 

Copyright © by Anna


Pixel Puzzles: Japan

Questo non è un game per chi fa semplicemente qualche puzzle ,ma è un gioco che vi farà amare i puzzle , vi coinvolgerà nella sua atmosfera orientale , molto rilassante , sia dalla musica dolce , o dai pittoreschi paesaggi . Molto carina l'idea di mettere i pezzi nel laghetto con i pesci rossi ,anche se devo dire che quando sono tanti si fa un po fatica ad acchiappare il pezzo giusto , durante il vostro lavoro di ricomposizione ,sarete in piacevole compagnia di un monaco in meditazione che vi dispenserà un fiore a ogni pezzo giusto . HO notato anche molta fantasia nelle varie forme dei pezzi a parte il classico taglio , si sono sbizzarriti in strane e originali attaccature che rendono il tutto piu vario e allegro . Lo consiglio sicuramente a tutti , per passare qualche ora in modo rilassante è un'esperienza del quale non riuscirete più a farne a meno .

 

Copyright © by Anna


Portal 2

Per me portal 2 era solo un nome , non mi diceva niente fino a quando me lo sono trovato nelle libreria, mai nessun dono è stato così azzeccato ,la prima volta che ci ho giocato sono stata catapultata in un mondo nuovo a me sconosciuto , non capivo niente ,sparavo portali a caso , ma nonostante questo ero attirata da tutto ciò e da allora ,non sono più riuscita a a farne a meno . Come gioco sicuramente non è banale anzi presenta una difficoltà che va in crescendo con i vari livelli che mette a dura prova la pazienza , chi non si è mai ritrovato a tentare e ritentare in vari modi per raggiungere l'uscita ? E' fantasioso anche ciò che abbiamo a disposizione per arrivare alla meta , personalmente mi diverto un sacco a saltare sul gel blu , non solo,ma anche a sbattere quà e là sulle pareti per arrivare a un cubo ,e che dire di preparare una pista di lancio tutta arancione ? Mi fa sentire come un aereo che rulla prima del decollo . Giocato in coop è divertentissimo ,ma anche istruttivo perché possiamo imparare l'arte di collaborare , è essenziale aiutarsi a vicenda per arrivare allo scopo . Trovo molto simpatico pure i gesti a disposizione dei 2 robottini ,che permettono un affiatamento dei giocatori in coop , penso che chiunque ci abbia giocato si sia trovato a fare "Dammi 5 Ye! " dopo aver faticato per raggiungere l 'uscita . Consigliato a chi ama gli enigmi ma, perché no , pure a chi vuole mettersi in sfida contro sé stesso , e non si arrende facilmente.

 

Copyright © by Anna


Portal Stories: Mel

Se avete giocato a Portal 1 e Portal 2 , allora non esitate e provate subito questa bella mod , non resterete delusi anzi, vi rimetterete in gioco con nuovi test , nuovi enigmi , nuove avventure sempre arricchiti da una trama comica , questa volta sarete guidati da Virgilio , nella vostra pazza corsa per uscire vivi dal laboratorio in rovina . Come hanno già detto altri , sarà messa a dura prova la vostra abilità , dovrete conquistarvi l'uscita non vi verrà messa a portata di mano ma questo rende il tutto ricco e non banale , se fosse facilissimo che gusto c'è? Un altro punto a suo favore oltre il fatto che è free , e qui , mi rivolgo a tutti quei giocatori che vanno alla caccia spietata degli amati archievement , a tutti quelli che non gioiscono per aver superato un test , NOOOO , ma solo dopo aver ottenuto il tanto sudato e meritato archievement si lasciano andare in un sonoro Sììììììììì ce l'ho fatta !!!!! Allora vi dirò spudoratamente che ho fatto di tutto per raccoglierli , mi sono buttata nell'acqua con la corrente , giù nell'ascensore direttamente nel fuoco , mi sono tuffata dentro una buca nera , da brava indisciplinata ho fatto tutto l'incontrario di quello che mi diceva la mia guida Virgilio , fiera di avere il mio obiettivo " Ignorante " !!!!! Ha ! un altro consiglio , curiosate dappertutto , potete trovare anche dei piccoli spiragli dove sparare un portale e che vi faranno accedere a stanze segrete che mai pensavate della loro esistenza , sopratutto rovistate tra le rovine potreste imbattervi in un cubo lasciato lì non a caso ......Consigliato a chi ha già giocato a Portal anche perché non ha un tutorial dove ti insegnano a giocare , per cui consiglio prima di fare Portal 2 e poi passare a questa avventura .

 

Copyright © by Anna


Projector Face

Breve ma intensa storia è come una favola, raccontata con una dolcezza straordinaria, in puro stile cartoni animati intervallati da pellicole che raccontano ciò che accade, come in un vecchio film muto, molto piacevole da vedere, sembra di fare un salto indietro nel tempo....

In breve si parla di un proiettore abbandonato in una vecchia soffitta curioso di visitare il mondo decide di diventare umano ,ma pur cercando amicizia si accorge che non è così facile per lui comunicare, nonostante i suoi sforzi di fare questo, combina solo pasticci e ottiene la reazione opposta. 

Come favola ha una sua morale ci insegna che a volte le persone che magari sono considerate diverse per vari mortivi, tendono ad isolarsi ;

per una ragione precisa: non riescono a comunicare, però il gioco ci porta una speranza, una bella svolta nel finale , fa capire di non scoraggiarsi non tutto è negativo come appare; quale è questo finale non lo spoilero sta a voi scoprirlo …

Come enigmi sono facilissimi e pieni di logica, dovete cercare oggetti, combinarli, usarli e trovare pezzi di pellicola che appariranno man mano come ricompensa alle buone azioni che fate. 

Che dire ? se lo trovate scontato o avete un coupon non perdete questo piccolo gioco, vi porterà via solo poche ore, ma vi lascerà un simpatico ricordo.

 

Copyright © by Anna


Post Mortem

Post Mortem non è stata una scelta a caso ,ma come parte di una triologia "Still Life", devo dire che non mi ha entusiasmata moltissimo per essere uno dei miei generi preferiti , un giallo - thriller ambientato a Parigi negli anni 20' vestirete i panni di Gustav Mac Pherson incaricato di indagare sulla morte violenta di 2 persone . Le varie locazioni sono riprodotte egregiamente mentre non è così per i personaggi che risultano un pò statici con movimenti quasi grezzi , sopratutto Gustav il protagonista a parte l'ampia scelta di dialoghi , appare freddo non interagisce con ciò che lo circonda ,ad esempio osservare e commentare i quadri appesi nelle varie locazioni , o gli oggetti . Una cosa che ho trovato frustante è che il gioco si basa sopratutto sull'ampia scelta dei dialoghi , questo mi sta bene ,ma se sbagliate risposte a volte i personaggi non vi parlano più e non potete sbloccare opzioni utili con conseguente rischio di rimanere bloccati ; non vi resta che ricaricare e riaffrontare il dialogo , il mio consiglio è di salvare spesso . Nel complesso però lo consiglio come gioco la Trama è valida e complessa , non perdetevi i vari finali variando le varie opzioni di dialogo con l'assassino , basta salvare quando deciderete se fornire tutte le prove che avete raccolto alla polizia , e poi avviatevi al finale .

 

Copyright © by Anna


Risen 2: Dark Waters

Dopo aver giocato a Risern 1 ,mi sono buttata a capofitto in questa avventura piratesca,io sinceramente l'ho trovato carino questo game,certo se non si hanno tante pretese della grafica perfetta ecc. si può trascorrere piacevoli ore di svago .Devo dire che mi sono divertita a vivere da pirata è stata un'esperienza che non avevo mai provato, lo consiglio a tutti ,anche alle dolci donzelle come me che vogliono provare qualche emozione avventurosa.

 

 

 

 

 

Copyright © by Anna


Save Jesus

Può sembrare un giochino banale a prima vista ma non lo è vi spiego i motivi .

E' un gioco strutturato in 2 D ad enigmi, basato su vari livelli, con una difficoltà che va crescendo , ce ne sono ben 50 di livelli ufficiali, più altri 10 extra .

Praticamente in ogni livello c'è una palla che scende dall'alto , lo scopo è quello di abbattere i soldati e le guardie romane senza far del male a Jesus , e raccogliere più stelle che potete , 

La grafica è carina con i personaggi disegnati come in un bel cartone animato, devo dire che man mano si avanza nel game gli autori hanno avuto fantasia, perché bisogna ingegnarsi veramente a far arrivare la palla dove vogliamo noi , attraverso ponti, cerchi ,varie discese e usando casse e la dinamite nel modo giusto; oltre a capire come procedere dobbiamo tenere conto delle leggi della fisica perché ad ogni azione corrisponde una reazione...per cui non sempre la palla andrà dove pensiamo noi .

Lo consiglio a tutti perché costa pochissimo, ha le carte, ed è un diversivo al solito gioco, non dobbiamo usare la forza ma

spremere le meningi e perché no! metterci un pochino alla prova per vedere cosa siamo in grado di fare, sinceramente vi devo dire che pensavo fosse più difficile, tranquilli fino a 25 - 30 livelli ci arrivate tranquillamente anche divertendovi .

Comunque se vedete i miei screen sono riuscita ad arrivare a 50 e anche oltre qualche livello extra , se ci sono arrivata io che non sono chissà che..... ( sono negata in fisica ) TRANQUILLI!! sono sicura che riuscirete anche voi ...provare per credere!!

 

Copyright © by Anna


Shadows on the Vatican 2 - Act II: Wrath

Se avete giocato il primo Capitolo "L'avarizia " non perdetevi questo secondo atto "L'ira " dove la trama si fa più intricata e 

si comincerà a svelare alcune cose rimaste in sospeso . 

La grafica si presenta uguale al primo capitolo, ho notato una cosa che mi ha fatto più volte sorridere, visto che l'intera vicenda si svolge a Roma ,il doppiaggio è effettuato in perfetto dialetto , anche con la cadenza romana , da alcuni personaggi nella vicenda .

Gli enigmi e l'azione non mancheranno, mentre si sveleranno altre cose nascoste, riguardo alla Banca Vaticana, a questo punto da nemici che erano James e Silvia dovranno imparare a collaborare, se vogliono uscire vivi da questa storia.

L'unica pecca che ho trovato, è che essendo episodi non sono così brevi ,ma non hanno la lunghezza di una storia intera 

eppure nonostante questo è un po' pesante come gioco , sia come spazio che come requisiti.

Per concludere devo dire che non mi ha deluso è stato all'altezza delle mie aspettative , se vi piace l'argomento trattato lo consiglio vivamente.

 

Copyright © by Anna


Shelter 2

Vi siete mai chiesti come è la natura? Di per sé la natura non è né buona né cattiva, segue solo le sue leggi, a volte è tenera altre volte dura spietata, vi siete mai trovati in balia di essa ?

E’ così che mi sono sentita in questo gioco sbalzata nel nulla, avevo solo una tana e una vasta foresta, ero una giovane mamma lince con 4 cuccioli da sfamare, dopo un tutorial striminzito mi sono detta ”Cosa devo fare adesso ? Devo cacciare? ……Scusate! Io non ho esperienza come faccio? Booo! Ci sono della lepri che corrono proviamo a inseguirle !” 

Vi assicuro che dopo un’ora di gioco avevo l’ansia per i miei cuccioli ,mi chiedo veramente come fanno a sopravvivere questi animali, 

ogni giorno devono andare a caccia per sfamare la prole, in mezzo a pericoli come trappole o branchi di lupi feroci che ti inseguono,

esposti alle intemperie, al freddo, in cerca non solo di cibo ma anche di acqua, ma la cosa più crudele sono gli umani che incendiano la foresta obbligandoli a scappare verso la parte opposta dove trovano i cacciatori che gli sparano o gli sottraggono i cuccioli senza pietà.

E’ fatto veramente bene questo simulatore di natura animale, in grado di coinvolgervi anche a livello emotivo, fino a provare pena 

anche solo per un cucciolo perso.

La grafica è particolare, penso sia voluta così, non è uniforme ma seghettata, sembra di trovarsi dentro un quadro di Van Gogh un effetto non spiacevole da vedere direi perché tante piccole righe alla fine creano forme e colori.

Come gioco lo consiglio a tutti, soprattutto ai giovani, è un’occasione per vivere un’esperienza da mamma con dei piccoli da accudire.

Perché no ? Non vi piacerebbe sapere come ci si sente e cosa si prova? Io sono una donna lo so già, ma vi invito a fare questa bella simulazione vi assicuro che ne uscirete arricchiti.

 

Copyright © by Anna


Sherlock Holmes: Crimes and Punishments

Mi ha sempre affascinato Sherlok, mi cimentavo già prima di avere steam, anche se come donna , non riesco a immedesimarmi completamente nel personaggio, mi sentivo più.....diciamo..." una piccola signora in giallo" ; devo dire che questo capitolo è il migliore che abbia giocato , una grafica quasi reale , bella anche l'idea di 5 casi diversi piuttosto che un unico caso prolisso per evitare di cadere nella noia .Qui troviamo il nostro caro Holmes come un uomo attempato ,il viso mostra i segni del tempo , è arricchito da qualche ruga , eppure credetemi è come il vino , nonostante invecchi migliora , perché qui arriva a fare delle cose pazzesche!!! Per essere un uomo di città si butta in sfide a braccio ci ferro, si difende bene a cazzotti se provocato , inventa un nuovo sport "lancio dell'arpione " e addirittura con una piccozza e ramponi vi dimostra che è possibile scalare un muro ......Complimenti!!!! Da come potete intuire non si tratta solo di indagare ,ma come game è ricco di un sacco di cose da fare piacevoli , non vi annoierete affatto , anche perché analizzare casi stanca un pochino e questi diversivi servono , mi è piaciuta anche l'opportunità di trarre la conclusione finale di ogni delitto , vi consiglio di pensarci bene prima di confermare , potete sempre usare la barra spaziatrice per vedere che sia giusto , se è verde ok, ma se è rosso potete rivedere le intuizioni e cambiare qualcosa , per arrivare alla giusta conclusione .Consigliatissimo è un grande capolavoro ,fatto bene e non vi richiede molto spazio nel Pc .....

 

Copyright © by Anna


█║▌│█│║▌║││█║▌│║▌║

█║▌│█│║▌║││█║▌│║▌║

All rights reserved - Copyright © 2018